Informazioni e Consigli Utili

Alcuni suggerimenti per la salute dei vostri pneumatici e qualche informazione.

Leggi Tutto

Richiedi Info:

800 945 947

Gli esperti del nostro staff sapranno consigliarti per l'acquisto migliore rispetto alle tue esigenze.

News

CASCO JET BHR 711 RETRO\’ 3 STAR OPACO

... [continua]

Check-up estivo: i controlli da fare in vista delle vacanze

Check-up estivo auto: quali controlli effettuare? una corretta manutenzione in vista delle ferie estive prevede che controlliate: 1.  gli pneumatici (inclusa la ruota di scorta).  controllatene l’usura, la condizione del battistrada e la pressione, tenendo presente che può variare quando l’auto è carica di bagagli. 2. La batteria. Verificate che sia carica e controllate anche che i morsetti non siano danneggiati. Per preservare la batteria in estate (e anche per non arrecare danni alla carrozzeria) è sempre consigliato posteggiare l’auto all’ombra! 3. I freni. Fate un controllo in particolare su pastiglie, dischi e freno di stazionamento. 4. Il climatizzatore. In vista del grande caldo è fondamentale ricordarsi di ricaricare il climatizzatore dell’auto: un abitacolo fresco è utile anche per mantenere una buona concentrazione alla guida! 5. Le luci. Controllate soprattutto i fari, le luci posteriori, quelle diurne e le frecce. 6. Il livello del liquido refrigerante. 7. Il livello dell’olio motore. Se necessario, provvedete ad un rabbocco. 8. Il livello di liquido dei tergicristalli. Il parabrezza, soprattutto al mare, si sporca di frequente... [continua]

Buona Pasqua

Lo staff della cerrai service vi augura una serena pasqua... [continua]

Vacanze sicure, controlli sui pneumatici: si rischiano multe fino a 1000 euro.

Roma – tra qualche giorno scatteranno una serie di controlli sulla rete autostradale sulle gomme dei veicoli. La polizia stradale infatti lancerà l’operazione “vacanze sicure” che prevede almeno 10mila controlli a partire dal 20 aprile fino al 5 giugno. Sulle strade statali e provinciali alcune pattuglie fermeranno gli automobilisti con un obiettivo chiaro: il controllo dei pneumatici. “le infrazioni più comuni statisticamente nel corso degli anni – spiega una nota della polizia – sono le gomme lisce, danneggiate, non rispondenti alla carta di circolazione o non omologate. E quello sotto-gonfiate, cioè con una pressione inferiore a quella prevista e sicura”. L’operazione dei controlli scatterà in emilia romagna, trentino alto adige, sicilia, calabria, sardegna e puglia. Le sanzioni vanno da 78 euro per le gomme lisce ma possono anche arrivare ai 1. 000 euro per pneumatici non a norma. ... [continua]

Il futuro dei pneumatici: meno emissioni, senza dimenticare la sicurezza

I pneumatici sono sempre più importanti non solo per la sicurezza, ma anche per i consumi. I governi di tutto il mondo, compresi quelli della cina e degli usa, tradizionalmente i più “sordi” del pianeta quando si parla di inquinamento, stanno introducendo limitazioni alle emissioni delle auto e, di conseguenza, i costruttori di veicoli chiedono ai produttori di pneumatici gomme sempre più verdi. Ma questi governi si stanno concentrando anche sui pneumatici. Per la prima volta, gli stati uniti cercheranno di vietare pneumatici per autovetture che non sono efficienti nei consumi di carburante. Il fast act, firmato dal presidente obama nel mese di dicembre 2015, è un disegno di legge che, tra le tante cose, delega la national highway traffic safety administrationa a fissare standard minimi per la resistenza al rotolamento entro la fine del 2017, una sorta di etichetta americana dei pneumatici. Ma perché concentrarsi sulle gomme? perché, con i progressi significativi fatti nei campi dell’aerodinamica e in altri segmenti importanti per l’efficienza come il peso delle vetture, che negli ultimi anni si riduce sempre di più, oggi le auto bruciano una percentuale maggiore di... [continua]

Noi siamo pronti.....e tu....

... [continua]

Parata di stelle....

... [continua]

Pneumatici AUTOGRIP - vettura a partire da 31,00 - Trasporto leggero a partire da 45,00

... [continua]

FCA: manca una misura di gomme nel libretto di un lotto di 500L

Un lotto di fiat 500l, immatricolate a partire dal 7 gennaio 2016 e i cui telai sono compresi nell’intervallo da 5295055 a 5307617, a causa di un errore di caricamento dei dati sul sistema informatico, non riporta nella carta di circolazione la misura di pneumatico 225/45 r17 91h, che è invece regolarmente omologato. Fca sta pertanto provvedendo all’aggiornamento dei libretti di circolazione con i nuovi dati, come previsto dallacircolare del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, prot. 13797/13803_div3/m1/1 del 15 giu. 2016, contattando via posta i clienti dei veicoli già consegnati. ... [continua]

Moto e motorini non possono circolare con neve o ghiaccio al suolo, anche se montano M+S

E’ stata recentemente resa disponibile la circolare datata 27 maggio 2016 del ministero delle infrastrutture e trasporti n. 12424-div3-c che, come peraltro richiamato espressamente nella stessa, non fa altro che confermare quanto riportato nella circolare del ministero dei trasporti n. 103 del 1995. Infatti, si ribadisce che ciclomotori e motocicli possono montare, nello specifico periodo stagionale, pneumatici di tipo m+s con un codice di velocità inferiore rispetto a quello riportato in carta di circolazione fino ad un minimo di m (130 km/h), senza alcuna necessità di modificare il citato documento di circolazione. Tutto ciò in perfetta analogia a quanto prescritto nellacircolare ministeriale n. 104 del 1995 riguardante i pneumatici per vetture che, del pari, prevede per pneumatici di tipo m+s la possibilità di ridurre il codice di velocità fino a q (160 km/h). Tali chiarimenti ministeriali vanno però analizzati ed inquadrati considerando anche la specifica e ben più recente direttiva ministeriale del 16 gennaio 2013 n. Prot. Ru\\1580, che disciplina la “circolazione stradale in periodo invernale ed in caso di emergenza neve”. Tale direttiva di fatto esenta i cic... [continua]

TTSEAL XXL LIQUIDO ANTIFORATURA

Riparazione di piccoli fori o tagli riduzione dei tempi fermi per riparazione giardinaggio-agricoltura-movimento terra-pala e affini utilizzabili solo su pneumatici che non superano la velocità di 40 km. ... [continua]

OMOLOGAZIONE DEI PNEUMATICI NON PREVISTI A LIBRETTO.

Le misure degli pneumatici non previste sulla carta di circolazione possono creare problemi in fase di revisione del veicolo ed anche durante un controllo stradale. Meglio quindi leggere alcune righe onde evitare di incorrere in spiacevoli sanzioni o peggio ancora sequestro del veicolo. Ogni variazione di equipaggiamento degli pneumatici, qualora ne sussista la fattibilità, deve essere preventivamente registrata sul libretto di circolazione presso i competenti uffici della motorizzazione. Descriviamo le tre casistiche più comuni, con le relative procedure ed i controlli da eseguire in fase di revisione dei veicoli, per utilizzare dei pneumatici in alternativa a quelli dell’equipaggiamento standard del veicolo. A) quando la misura risulta omologata dal costruttore in origine, o con successiva omologazione, ma non figura sul vs libretto di circolazione, si deve richiedere alla motorizzazione di provvedere all’aggiornamento del libretto di circolazione, senza visita e senza nessuna prova o test. B) quando la misura è riconosciuta idonea dal costruttore del veicolo ma non è stata ratificata presso il ministero dei trasporti bisogna inoltrare la domanda di aggiornamento, allegan... [continua]

COMODO IL SERVIZIO DI DEPOSITO DEGLI PNEUMATICI INVERNALI

Le stagioni hanno un grande impatto sulle condizioni del manto stradale e sulla guida, pertanto cambiare le "scarpe" al proprio veicolo è divenuto quasi un obbligo per la sicurezza stradale. In inverno, quando le temperature calano al di sotto dei 7-8°, è fortemente raccomandato di montare pneumatici invernali per dotarsi del prodotto che assicuri il maggiore controllo e sicurezza. Di conseguenza ad ogni cambio di stagione (estate-inverno) esiste il bisogno di trovare un luogo in cui riporre correttamente le tue gomme invernali o quelle estive, sopratutto se non possiedi un posto fresco e asciutto a disposizione. Il "deposito pneumatici" è una parte dei servizi che molti gommisti ed officine offrono ai propri clienti atto ad ospitare i tuoi pneumatici tra una stagione e l’altra. In questo modo le gomme vengono conservate nel modo migliore e tu non occuperai spazio nel tuo garage o cantina. Inoltre, ogni volta che c’è da fare il cambio stagionale dei pneumatici, non dovrai trasportare le gomme da montare da una parte all’altra. . . E molto probabilmente l’officina prescelta ti tratterà con un occhio di riguardo. Accertarti prima che il gommista selezionato offra il ser... [continua]

DANNEGGIAMENTO DEI PNEUMATICI A CAUSA DI UNA BUCA.

Se hai subito un danno alle gomme o altre parti della tua auto, come ad esempio i cerchioni, a causa di una buca o per il manto stradale dissestato ecco cosa occorre fare per tentare di ottenere un risarcimento. Per prima cosa, al verificarsi del danno, è necessario chiamare un agente di polizia urbana che accerti il sinistro e che rediga un verbale in cui venga dichiarato e si espliciti che il danno sia stato causato dalla "tal buca" sita nella "tal strada". Fai attenzione: è fondamentale provare quella che in termini legali viene definita "insidia stradale", ovvero che la buca non era "segnalata" visibile e pertanto, pur adottando uno stile di guida prudente, non era evitabile !!! il passo successivo consiste nell’inviare il verbale che avete precedentemente firmato insieme ad una richiesta di risarcimento al comune o all’ente proprietario della strada, allegando possibilmente un preventivo spesa fornito da un tecnico specializzato ed autorizzato (es. Officina installazione e riparazione pneumatici). A questo punto il comune o ente, tramite segnalazione al proprio assicuratore, attiverà la polizza di responsabilità civile verso terzi e comunicherà al danneggiato l’a... [continua]

Cambio gomme: tutti ne parlano, nessuno ne sa

Servizi sui telegiornali, titoli sulla stampa nazionale che minacciano multe salatissime, code dai gommisti: il cambio gomme non ha mai avuto un’importanza mediatica come quest’anno. Tutto è nato proprio a causa di un grosso errore dei media, che hanno riportato la notizia che le gomme invernali dovevano essere tolte obbligatoriamente entro il 15 maggio, pena una multa che va da 419 a 1682 euro. Come abbiamo già spiegato ieri, l’obbligo esiste solo per chi monta pneumatici invernali con codice di velocità inferiore a quello riportato sulla carta di circolazione, per tutti gli altri invece non esiste nessun obbligo e nessuna multa. La disinformazione in questo caso ha regnato sovrana, e gli organi che avrebbero dovuto informare i cittadini hanno invece fatto del vero e proprio terrorismo preferendo fare notizia senza curarsi di accertare quale effettivamente fosse la verità. La palla è quindi passata ai gommisti, che hanno dovuto scegliere se “approfittare” della buona sorte e sfruttare il momento, sostituendo gomme che invece avrebbero potuto tranquillamente circolare, oppure scegliere di essere onesti e informare i clienti, tranquillizzandole e spiegando come realme... [continua]

La stampa ha preso un granchio: nessun obbligo di montare le gomme estive!

I gommisti festeggiano e ne approfittano, ma in realtà è un errore – grave e grossolano – della stampa, che sta diventando un caso nazionale: non è vero, non esiste nessuna multa e nessuno obbligo di togliere le gomme invernali e montare quelle estive. O meglio, l’obbligo e la multa esistono, ma esclusivamente per quegli automobilisti che hanno montato pneumatici invernali con codice di velocità inferiore rispetto a quello della carta di circolazione, quelli cioè che, quando hanno montato, gli invernali hanno trovato nell’abitacolo, in bella vista, un avvertimento messo dal gommista che indica la velocità massima consentita, inferiore naturalmente rispetto a quella consentita con le gomme estive. La gente se la prende con lo stato, che introduce nuove tasse, ma di tasse non si tratta, in quanto è un provvedimento per la sicurezza stradale e comunque il costo aggiuntivo non è l’acquisto delle gomme, ma il cambio stagionale dal gommista. C’è chi se la prende con le associazioni, che fanno lobby, ma – a parte il fatto che tutelare gli interessi della categoria che rappresentano è proprio il loro compito – bisogna dire che le associazioni hanno diramato un com... [continua]

Noi li chiamiamo PFU ma c’è chi li compra – Il fenomeno del mercato dei pneumatici usati

Paese che vai, legge che trovi. Anche per i pneumatici. Dalle differenze legislative tra europa e altri continenti nasce un business singolare, che consiste nel recuperare pneumatici usati dal vecchio continente e rivenderli in paesi dove i limiti di legge sono diversi e dove, in particolare, non è obbligatorio montare le stesse gomme (marca, modello e misure) sullo stesso asse dell’auto. Expotrading di lido di camaiore, in provincia di lucca, ha avviato da pochi mesi proprio questa attività di intermediazione, che consiste nel proporre in tutto il mondo, ma soprattutto in africa e sud america, i pneumatici usati, ma ancora riutilizzabili, scartati dal mercato europeo. Il segmento è esclusivamente vettura, va dai 13 ai 18 pollici e l’usura del battistrada da un minimo di 3 mm residui (ndr. Il limite di legge in italia e 1,6 mm) fino anche ai 7mm. I prezzi sono naturalmente incomparabili con i prodotti nuovi e, in alcuni casi, paragonabili all’acquisto di un pacchetto di sigarette. “abbiamo iniziato questo business da poco tempo – spiega il titolare francesco bartalini, ma abbiamo già ottimi contatti con venditori e fornitori che offrono stock importanti. La concorrenz... [continua]

Cosa vuol dire la sigla M+S sui Pneumatici?

Prima di tutto cosa vuol dire la sigla m+s ? secondo il codice della strada la sigla m+s ( che può essere scritta anche "ms", "m/s", "m-s", "m&s" ) è il modo più semplice per riconoscere un pneumatico invernale da uno estivo. Nella realta non è proprio così , infatti non esistendo una norma precisa che indichi su quali pneumatici possa essere apposta questa sigla è possibile trovare la scritta m+s sui pneumatici invernali ,sui quattro stagioni anche qualora non abbiamo una mescola invernale/termica e purtroppo talvolta anche su alcuni pneumatici con disegni del battistrada e caratteristiche esclusivamente estive. . . . Questa anomalia (europea) non capita ad esempio negli stati uniti che identificano le gomme con solo m+s come pneumatici misti (tutti i terreni) e i pneumatici che hanno anche il simbolo della montagna+neve come pneumatici invernali distinguendo quindi i quattro stagione dagli invernali puri. ... [continua]

CATENE DA NEVE

Dal 15 novembre saranno obbligatorie, tu le hai a bordo ??? prezzi a partire da € 39,00... [continua]

Pneumatici ricostruiti " 4 stagioni" ECO 4S

Ecoquattro s - il pneumatico 4 stagioni. Novità assoluta nella ricostruzione dei pneumatici. Il pneumatico ecoquattro s di ultima generazione ha qualità prestazionali mai raggiunte prima. Il battistrada diviso in due parti lato invernale e lato estivo, permette al pneumatico una maggior aderenza nel periodo giusto. ... [continua]

Nuovo regolamento per cerchi

Il 22 marzo 2013 è entrato in vigore il nuovo decreto ministeriale che consentirà finalmente (dopo il marzo 2014),anche in italia di montare ruote e gomme diversi da quelli previsti dalla carta di circolazione. ... [continua]

Assetto delle ruote o “convergenza”

Per assetto delle ruote si intende il controllo degli angoli caratteristici delle sospensioni mediante la lettura dei valori di un apposito macchinario. L’operatore interverrà manualmente sui registri della tiranteria per correggere eventuali alterazioni dovute allo stress del veicolo. In alcuni casi potrà essere necessario sostituire le parti deformate o usurate, come testine di sterzo o silent block, che potrebbero causare continui spostamenti della ruota, detti anche giochi della tiranteria. Viaggiare con gli angoli della sospensione fuori dai parametri originali suggeriti dal costruttore significa viaggiare con le “ruote storte”. Questo causa degli strisciamenti dello pneumatico che generano un’usura irregolare e precoce. Inoltre la presenza di giochi nella tiranteria determina un’instabilità del veicolo che può risultare pericolosa nelle manovre brusche o in caso di fondo stradale bagnato. ... [continua]

Stoccaggio pneumatici

Chi possiede il doppio treno di pneumatici estivi/invernali ha la necessità di conservare, di volta in volta, in modo corretto, gli pneumatici inutilizzati. Le raccomandazioni dei costruttori di pneumatici suggeriscono di custodire gli pneumatici in un luogo privo di luce naturale ma areato per evitare accumuli di umidità e sbalzi termici. Gli pneumatici non devono essere sottoposti a carichi che potrebbero deformare la carcassa ed è necessario fare attenzione che nelle vicinanze non ci siano sostanze derivate da idrocarburi o agenti chimici, le cui esalazioni potrebbero alterare gli pneumatici. Inoltre evitare la vicinanza con apparecchiature elettriche ed elettroniche o fonti di calore. La posizione corretta per lo stoccaggio degli pneumatici è in verticale come se fossero montati sulla vettura. Se non avete la possibilità di stoccare i vostri pneumatici in sicurezza, potete usufruire dei magazzini della ns azienda che offre questo servizio. ... [continua]

Pneumatici invernali

Pronti ad affrontare il freddo con pneumatici invernali adatti? pneumatici invernali, gommadiretto: con l’arrivo dell’autunno, gli automobilisti devono tenere conto dei cambiamenti climatici caratteristici di questa stagione e organizzarsi di conseguenza. Temporali, nebbia e strati di foglie cadute possono rendere le strade cittadine molto scivolose... [continua]